calcolo portata ricambio aria ventilazione rinnovo

Breve guida all’acquisto di un PC per studenti ingegneri

Orientarsi nel mercato informatico non è assolutamente facile per i non addetti ai lavori per due motivi principali: l’oscillazione eccessiva dei prezzi dei prodotti e la mancanza di conoscenze tecniche.

Per quanto riguarda il primo problema consigliamo di controllare spesso i siti internet di e-commerce e delle case produttrici. Ad esempio Dell molto spesso offre sconti anche ampi sull’acquisto online dei suoi prodotti; Acer presenta per ogni prodotto una lista dei negozi online in cui il prodotto è attualmente in vendita. Per quanto riguarda i siti di e-commerce ovviamente Amazon è tra quelli da setacciare soprattutto per i vantaggi in termini di affidabilità della consegna; segnaliamo anche e price che in quanto a sconti è il migliore sulla piazza, tuttavia per l’affidabilità bisogna fare riferimento al venditore e bisognerà rinunciare alla spedizione e al servizio clienti senza pari offerti da Amazon. Ultimo sito da citare è GearBest, sito di riferimento per l’acquisto online di prodotti a marchio cinese, i dettagli su consegna e spedizione si possono reperire direttamente sul loro sito. Per chi preferisse toccare con mano prima di acquistare, MediaWorld è il negozio fisico con i prezzi più competitivi ma anche Marcopolo Expert offre in alcuni casi scontistiche vantaggiose.

Veniamo adesso agli aspetti più tecnici, perché quello che conta nella valutazione di un pc è prima di tutto la componentistica. Il modello e la marca sono aspetti secondari in generale anche se sinonimo di garanzia di qualità dei materiali e dell’assistenza tecnica. A volte, PC con il medesimo nome di modello, possono montare una componentistica di qualità più o meno elevata con una differenza di prezzo anche di 500/700 Euro! Quindi più che una conoscenza di nomi dei modelli presenti sul mercato è bene avere una conoscenza seppur approssimativa dei componenti di un PC in modo da poter valutare e confrontare autonomamente ogni offerta trovata online senza lasciarsi trarre in inganno.

Informatica di base

I componenti fondamentali di un pc sono:

  • CPU, microprocessore centrale dedicato all’esecuzione di programmi o in generale di istruzioni, centro operativo logico di tutta l’architettura;
  • memoria RAM, memoria volatile che permette l’accesso a qualsiasi indirizzo di memoria nello stesso istante;
  • scheda grafica, memoria supplementare utilizzata per l’elaborazione di immagini e video di una certa portata;
  • memoria fisica, spazio di archiviazione massiccia dei dati.
  • Dopo questa panoramica andiamo a vedere le linee guida per questi componenti.

    Processore: il processore o CPU (central processing unit) è l’unità addetta all’elaborazione del programma che stiamo utilizzando, ha una certa frequenza (1÷5 GHz) e un certo numero di core (2÷8), ci sono programmi come quelli di calcolo (Wolfram Mathematica, MatLab sopra tutti) che necessitano di alte frequenze per lavorare, mentre altri programmi come ad esempio quelli di disegno che lavorano su più core in contemporanea quindi sono favoriti dal maggior numero di core.

    RAM: la memoria RAM (random access memory) ha una certa capacità (solitamente 4÷16 GB) di memoria ad accesso rapido che sfrutta per salvare temporaneamente le informazioni dei programmi aperti. Una RAM di capacità elevata consente quindi ad esempio di utilizzare un maggior numero di software in contemporanea. I programmi di disegno come SolidWorks ad esempio sono divoratori di RAM e necessitano di almeno 8 GB per un utilizzo agevole.

    Scheda grafica: la tanto acclamata scheda grafica o GPU (graphic processing unit) è in realtà il componente che ci interessa meno per i programmi di comune utilizzo universitario e professionale. Esistono due tipi di scheda grafica:

  • condivisa (anche detta integrata): uno spazio predefinito sulla memoria Ram che il pc andrà ad utilizzare quando viene richiesta una certa elaborazione grafica sottraendolo però memoria alla Ram, sono di questo tipo i prodotti Intel HD Graphics;
  • dedicata: questo tipo di scheda ha invece un suo spazio di archiviazione dedicato che può sfruttare interamente per le elaborazioni grafiche.
  • Senza dubbio è necessaria una memoria dedicata per i rendering dei programmi di disegno meccanico o architettonico, i software di calcolo come Ansys e per programmi di elaborazione video.

    Memoria fisica: la memoria di archiviazione consente di salvare file, immagini, video, ma anche di installare un certo numero di software. Si parte dai 128GB sufficienti per un uso base; con soli 128GB è necessario tener conto del fatto che sarà necessario eliminare tutti i software non più utilizzati una volta sostenuti i relativi esami per installare i nuovi. È consigliabile una memoria minima da 256GB in particolare nel caso in cui si acquisti un MacBook Apple e vi sia la necessità di partizionare il disco per installare un altro sistema operativo come Windows. Dettaglio fondamentale per la memoria è il tipo; possiamo distinguere due macro gruppi di memorie:

  • HDD, più lente ma più economiche, sono quindi preferibili per l’archiviazione di massa di file pesanti non utilizzati frequentemente;
  • SSD, più rapide, più piccole di dimensioni e più leggere, espandibili.
  • La presenza di memorie SSD comporta un incremento generale delle prestazioni “a vuoto” del PC cioè migliora la fluidità, la velocità di accensione, il lancio di programmi oltre che le operazioni di copia/incolla ma non le prestazioni sui programmi che sono regolate ai componenti descritti precedentemente.

    Consigli per gli acquisti

    Lo scopo dell’articolo è fornire delle linee guida per orientarsi nella componentistica in modo da poter valutare quanto un pc sia adatto alle proprie esigenze, tuttavia possono essere d’aiuto alcuni esempi sui prodotti nel mercato per potersi orientare meglio anche riguardo al prezzo, in modo da poter valutare quanto un’offerta sia buona o meno.

    Partiamo dalla vetta: il Dell XPS, questo è infatti diffusamente considerato il laptop principe per i professionisti, ha tutto ciò di cui hai bisogno ma se lo fa pagare, ha configurazioni dai €1.400 in su per i modelli a 15”.

    Prodotti di fascia media o medio/alta si possono trovare nella serie ZenBook di Asus che offre Ultrabook di gran pregio potenti eleganti e ben costruiti a partire da €800 per i modelli a 13” fino a €1600 per il modello più performante.

    Volendo scendere sul prezzo consigliamo di rimanere sopra gli 8 GB di Ram per un utilizzo accettabile dei programmi comuni dell’ingegneria, ad esempio buoni laptop di fascia media si possono trovare tra le configurazioni disponibili per lo Swift 3 di Acer, un prodotto con configurazioni versatili per tutti i tipi di utilizzo montato su un telaio in acciaio, oppure la gamma Vivobook di Asus con caratteristiche analoghe, un design più economico ma con una maggiore varietà di configurazioni hardware in commercio.
    Uno sguardo lo meritano anche i nuovi Huawei Matebook. I prezzi per questi modelli variano fra i €600 e i €1.000.

    Sotto i 600€ si trovano prodotti entry level adatti per lo più alla navigazione in internet e pochi programmi, perfetti come laptop da portare in giro per leggere i documenti o navigare su internet ma non adatti per la progettazione CAD o per i calcoli di MatLab.

    Per processori e schede grafiche, Intel è ampiamente superiore ad AMD in generale; si possono comparare se si parla di processori AMD Ryzen o di schede AMD Vega; comunque è consigliabile un processore i7 o equivalente, o un i5 di nuova generazione se non si hanno troppe pretese. Se non si frequentano corsi di simulazione fluidodinamica o progettazione edile non è strettamente necessaria una scheda video dedicata.

    E lo schermo? Da 13" in su, 15" se si pensa di utilizzare spesso programmi di disegno. Edili ed architetti molto probabilmente acquisteranno in ogni caso un monitor esterno da 19" o superiore da utilizzare a casa.

    I nostri PC preferiti del momento come rapporto qualità prezzo: